Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Vera e Agnes  raccontano “Vite Storie di Vino e di Donne” un progetto di empowerment femminile nato per connettere online le donne che amano il vino e quelle che lo producono 

Quella che vi racconto oggi è una storia di amicizia e di amore per uno dei prodotti più significativi e emozionanti del nostro bel paese: il vino. Agnes AntalVera Prada, 31 e 30 anni hanno unito le loro competenze professionali di Sales & Community Specialist e Brand Storyteller per dar vita a un progetto online di empowerment femminile e giovanile che connette donne produttrici di vino con donne che lo amano. Andiamo a conoscerle!

Vite di Donne è un progetto di empowerment femminile nato per connettere online donne produttrici vitivinicole e donne che amano il vino, com’è nato tutto questo? 

«Nel corso dell’estate 2020, Vera ha avuto modo di conoscere alcune produttrici vitivinicole italiane per un articolo su cui stava lavorando. Si è innamorata delle loro storie e del loro vino; allo stesso tempo, sentiva e leggeva di tante donne che esprimevano la necessità di un sostegno in questo periodo difficile. “Vite” nasce dalla domanda: che cosa posso fare io?

A fine ottobre ne ha parlato con Agnes Antal, amica esperta in sales digitale, che con lei condivide la passione per il vino e l’impegno per l’empowerment femminile. E così è nato Vite Storie di vino e di donne. Grazie a Vite infatti sosteniamo le produttrici vitivinicole italiane e, allo stesso tempo, doniamo la possibilità a tutte le donne di entrare in contatto con le loro storie, che raccontano di resilienza, coraggio e sogni da realizzare, e di scoprire i loro vini, prodotti italiani artigianali, unici nel loro genere, fatti con amore, competenza e vocazione.»  

Durante questo periodo non facile per tante produttrici come siete riuscite a portare valore, sostegno e connessioni alle tante produttrici vitivinicole? 

«Crediamo che le storie di queste donne siano uno dei loro punti di forza, insieme al loro vino. Raccontarle per noi è una responsabilità grandissima e mettere in connessione queste donne con altre che stanno vivendo un momento complesso, è la bellezza di questo progetto. Sosteniamo le donne che producono il vino, mettendole in contatto con le donne che amano il vino; promuoviamo il loro prodotto attraverso la possibilità di acquistare cofanetti degustazione che contengono, insieme al vino, anche la storia della produttrice e una degustazione guidata. Allo stesso tempo, sosteniamo le donne, tutte quelle con cui entriamo in contatto, attraverso la costruzione di una community femminile. Come abbiamo scritto a gennaio, quando abbiamo condiviso i nostri desideri per il 2021, non sappiamo cosa ci aspetta nel futuro, ma possiamo scegliere di circondarci delle persone giuste per realizzare i nostri progetti.

Il nostro desiderio per “Vite” è che continui ad accogliere produttrici vitivinicole, le loro storie e i loro vini; il nostro obiettivo è migliorare sempre di più la piattaforma e il servizio alle clienti, per dare loro la migliore esperienza di incontro possibile con le artigiane dell’uva.»

Vera e Agnes siete riuscite a coniugare amicizia, passione e impegno sociale cosa vorreste consigliare alle tante ragazze che desiderano seguire le vostre orme? 

«Grazie per la domanda, siamo davvero felici se con il nostro progetto possiamo ispirare altre donne che vogliono realizzare i propri sogni! Noi siamo partite da una passione che ci accomuna, che è il vino, e da un tema che ci sta a cuore, che è l’empowerment femminile. “Vite” per noi è un vero ‘progetto d’amore’ proprio per questo motivo. Crediamo fortemente nell’importanza di fare rete. C’è sempre, là fuori, una donna che si è già trovata nella situazione che stiamo vivendo ora e la cui esperienza può insegnarci tanto. Allo stesso tempo, noi siamo state nella situazione in cui chi abbiamo di fronte potrebbe trovarsi: crediamo nel valore di essere sempre generose nel condividere storie ed esperienze e nel darsi una mano a vicenda.»

Grazie Vera e Agnes!

Gloria Chiocci